La cardio-nefropatia avanzata nel paziente anziano. Quale approccio?

Introduzione

Lo scompenso cardiaco congestizio (SCC) è lo stadio finale di molte patologie cardiache; la prevalenza stimata dello SCC è in crescita esponenziale con il progressivo invecchiamento della popolazione ed è il 5% dei pazienti anziani con più di 65 anni. Questi pazienti spesso hanno anche una insufficienza renale di grado variabile che rientra nella sindrome cardiorenale di tipo I, se acuta, e di tipo II, se cronica, e rappresenta un ulteriore fattore di rischio per lo scompenso. 

La visualizzazione dell’intero documento è riservata a Soci attivi, devi essere registrato e aver eseguito la Login con utente e password.