Maggio Giugno 2021

Recensione: ‘Il Connettivista’ di Claudio Ronco (Angelo Colla Editore, 2019)

“Il Connettivista” è un libro di Claudio Ronco nel quale l’autore si racconta. Detto in questo modo, si può pensare che si tratti di una autobiografia e in qualche modo lo è, seppure il termine autobiografia mi sembri riduttivo e in fondo inadeguato all’opera che voglio descrivere. Dalle 190 pagine uscite dalla penna di Claudio emerge il racconto personalizzato di un’epoca, la descrizione dettagliata e la storia di una persona che racconta di come i desideri, le aspirazioni, le ineffabili speranze di un bambino abbiano trovato realizzazione attraverso l’avventura di una vita vissuta da protagonista.

Il ConnettivistaIl libro non a caso inizia con un capitolo nel quale il richiamo è a Peter Pan, l’emblema della spregiudicata voglia di conquistare la felicità. Il racconto dell’epoca è tramite gli occhi e le sensazioni di un ragazzo proveniente da una buona famiglia della montagna veneta, di tradizione medica, che conquista la notorietà e raggiunge impensabili traguardi nella vita professionale ed umana, senza mai dimenticare le proprie origini.  

La visualizzazione dell’intero documento è riservata a Soci attivi, devi essere registrato e aver eseguito la Login con utente e password.