Marzo Aprile 2021

Indici di predittività di maturazione della fistola artero-venosa per emodialisi nel mapping vascolare preoperatorio

Abstract

La fistola artero-venosa (FAV) rappresenta l’accesso vascolare di prima scelta per il trattamento emodialitico, il suo allestimento non può prescindere da una corretta valutazione preoperatoria finalizzata ad individuare i vasi eleggibili e a stimare la possibilità di riuscita dell’intervento. L’eco-color Doppler fornisce una serie di dati morfologici e funzionali in grado di ottimizzare il numero di accessi vascolari utilizzabili ai fini dialitici. Scopo dello studio è stato quello di individuare parametri eco-color Doppler preoperatori in grado di predire la maturazione della FAV. Sono stati arruolati 44 pazienti, allestite 44 FAV. In fase preoperatoria sono stati valutati: il calibro della vena cefalica e dell’arteria radiale; la portata dell’arteria radiale; il calibro, gli indici di resistenza e la portata dell’arteria omerale. È stato inoltre eseguito il test di iperemia reattiva. La valutazione postoperatoria condotta a 30 giorni dall’allestimento della FAV ha misurato: la portata della FAV; gli indici di resistenza dell’arteria omerale; il calibro della vena efferente dalla FAV. I risultati hanno mostrato una correlazione tra la portata della FAV e il calibro della vena cefalica, il calibro dell’arteria radiale e dell’arteria omerale. La portata dell’accesso vascolare correlava inoltre con la riduzione degli IR dopo test dell’iperemia e, in fase postoperatoria, con il calibro della vena cefalica efferente l’anastomosi. Suddivisi i pazienti in due gruppi: gruppo “A” (pazienti con FAV mature) e gruppo “B” (pazienti con FAV non mature), si sono evidenziate differenze statisticamente significative tra i dati eco-color Doppler dei due gruppi. La creazione di curve ROC ha permesso di individuare parametri e valori cut-off (Δ IR = 0.15; Δ portata = 150 ml/m) capaci di predire il buon esito della FAV. In conclusione, lo studio identifica misure che potrebbero essere utili, assieme ad altre, per la realizzazione di uno score in grado di predire il buon esito dell’accesso vascolare.

Parole chiave: eco-color Doppler, fistola artero-venosa, indici di resistenza, portata della fistola, iperemia reattiva

Introduzione

L’insufficienza renale cronica (IRC) è uno stato di malattia di grande impatto sulla sanità pubblica: il numero di pazienti è in costante ascesa a causa dell’aumento dell’età della popolazione generale e delle patologie ad essa correlate, quali ipertensione e diabete tipo 2. Si stima che circa 850 milioni di persone nel mondo siano affette da IRC e, di conseguenza, risulta in costante incremento il numero di pazienti con malattia renale che necessita del trattamento emodialitico [1].

Come è noto, l’accesso vascolare di prima scelta per l’esecuzione della terapia dialitica è rappresentato dalla fistola artero-venosa con vasi nativi in considerazione di una minore incidenza di complicanze infettive e trombotiche; di una ridotta morbilità e mortalità; una maggiore durata se confrontata agli innesti protesici ed ai cateteri venosi centrali [23].

Il buon funzionamento della FAV è uno degli obiettivi più importanti per migliorare la qualità di vita e delle prestazioni sanitarie dei pazienti in trattamento emodialitico. Le linee guida internazionali raccomandano un adeguata valutazione preoperatoria del patrimonio vascolare del paziente che ormai non può più prescindere dall’utilizzo dall’indagine eco-color Doppler [4]. L’esame deve essere eseguito in maniera metodica, con la raccolta di una serie di informazioni morfologiche e funzionali delle strutture vascolari che vengono valutate [3]. L’uso dell’imaging eco-color Doppler da parte dello specialista ha consentito di incrementare il numero di pazienti eleggibili per l’intervento di allestimento di FAV utilizzando vasi nativi grazie al mapping vascolare pre-operatorio, che consente di identificare strutture vascolari adatte [59].

 

La visualizzazione dell’intero documento è riservata a Soci attivi, devi essere registrato e aver eseguito la Login con utente e password.