Dialisi domiciliare quotidiana con Nxstage System One: analisi dei risultati in una casistica monocentrica italiana

Abstract

Il Sistema NxStage One è un sistema estremamente semplificato proposto per la emodialisi domiciliare che prevede l’impiego, tramite un’apparecchiatura di piccole dimensioni, di bassi volumi di dialisato, solitamente 15-30 litri a seconda dei parametri antropometrici del paziente, somministrati con valori di flusso dialisato di circa 1/3 rispetto a quelli del flusso sangue, al fine di garantire saturazioni del dialisato per i soluti diffusibili molto elevate (per l’urea circa 85-90%). In queste condizioni i valori delle clearance urea ottenute con ogni seduta sono circa uguali a quelle del flusso del dialisato. Il target depurativo fissato al raggiungimento di valori di Standard Kt/V (StdKt/V) settimanale ≥ 2.1 viene ottenuto con un aumento della frequenza delle sedute, solitamente sei a settimana, cosa che garantisce un migliore controllo volemico dei pazienti. Quello che segue è il resoconto della nostra esperienza nel trattamento con tale sistema di 12 pazienti dal maggio 2011 al dicembre 2016.

Parole chiave: NxStage system One, Emodialisi domiciliare, Dialisi quotidiana

visual abstract

Introduzione

È del 2004 la pubblicazione scientifica con cui Clark presentava alla comunità nefrologica una nuova tecnologia per il trattamento dialitico domiciliare (1): una macchina per dialisi poco ingombrante (31 Kg di peso con un volume di 38x38x45cm3), facile sia nella manutenzione (filtro e linee montate in una cartuccia “drop in”), che nella gestione (pochi parametri da inserire per l’impostazione e sistema con codici allarmi) e senza necessità di adeguamenti della rete idraulica ed elettrica a domicilio. L’approccio del sistema è molto peculiare in quanto prevede, come cardine fondamentale della prescrizione dialitica, il mantenimento, durante la seduta, di un rapporto molto basso (mediamente 30-40%) fra flusso dialisato e flusso sangue, la così detta “Flow Fraction”, con l’obiettivo di garantire saturazioni del dialisato, in uscita dal filtro, prossime al 100% (2). In queste condizioni i valori del flusso del dialisato, mediamente 100-200 ml/min, sono praticamente sovrapponibili ai valori della clearance di urea ottenuta.

Il quantitativo totale di dialisato impiegato (solitamente fra i 15-30 litri forniti con sacche simili a quelle utilizzate in dialisi peritoneale) viene calcolato sulla base della clearance di urea settimanale da raggiungere e dipende, oltre che dai parametri antropometrici del paziente, dal numero di sedute settimanali. Il sistema NxStage One nasce come un sistema dialitico multifrequente con un conseguente miglior controllo delle volemie del paziente.
 

La visualizzazione dell’intero documento è riservata a Soci attivi, devi essere registrato e aver eseguito la Login con utente e password.

Share

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi